Voucher internazionalizzazione: opportunità per Reti Soggetto di micro e piccole imprese manifatturiere

Assinrete > News > Notizie > Voucher internazionalizzazione: opportunità per Reti Soggetto di micro e piccole imprese manifatturiere

Voucher internazionalizzazione: opportunità per Reti Soggetto di micro e piccole imprese manifatturiere

  • Posted by: Admin

A cura del Gruppo Territoriale della Sicilia.

“Voucher internazionalizzazione: opportunità per Reti Soggetto di micro e piccole imprese manifatturiere, fino a 40.000€ di contributi a fondo perduto per consulenze manageriali.”

La formula delle Reti d’impresa è sempre più considerata dallo Stato italiano anche in sede di concessione di agevolazioni pubbliche.

Il Ministero degli Affari Esteri ha delegato Invitalia a distribuire 50 milioni di euro a micro e piccole imprese italiane manifatturiere che ne facciano richiesta, in forma singola o di Reti d’imprese, per programmi di sviluppo di mercati esteri.

Le piccole realtà imprenditoriali solitamente non dispongono, al loro interno, di figure qualificate per definire strategie di internazionalizzazione, ecco allora i Temporary Export Manager (TEM) esterni. Questi possono essere chiamati a pianificare e implementare progetti d’ingresso su nuovi mercati o di consolidamento di mercati esteri, affiancandosi alla proprietà o management interni, per periodi limitati.

Ciascuna impresa può richiedere un voucher di 20 mila euro (più un premio di ulteriori 10 mila, in caso di risultati positivi in termini di aumento del fatturato estero) per consulenze qualificate di TEM da realizzarsi in 12 mesi. Ancora meglio va alle Reti Soggetto che possono ottenere 40 mila euro per consulenze della durata di 24 mesi.

Le consulenze manageriali potranno avere le seguenti finalità:

  • analisi e ricerche sui mercati esteri d’interesse o studi di fattibilità di posizionamento commerciale
  • individuazione e acquisizione di nuovi clienti; definizione e sottoscrizione di accordi di collaborazione (con partner produttivi/distributivi, ma anche fornitori esteri)
  • assistenza nella contrattualistica internazionale (ad es. accordi distributivi, di franchising, joint venture, ecc.)
  • ingresso nei nuovi mercati attraverso market place internazionali di e-commerce
  • utilizzo dei canali di marketing digitale (ideazione e programmazione di campagne pubblicitarie sul web o social network)
  • gestione evoluta dei flussi logistici (sistemi digitali di controllo del magazzino e delle spedizioni)

Entro il 22 marzo bisogna inserire le domande in un’apposita piattaforma internet, gestita da Invitalia, ed a partire dal 25 marzo potranno essere inviate le istanze. L’assegnazione dei fondi seguirà un criterio cronologico, fino ad esaurimento, quindi meglio affrettarsi. La procedura è interamente telematica, servono SPI, firma digitale e PEC, oltre un buon progetto che delinei il programma di iniziative previste e gli obiettivi.

Catania 15 marzo 2021

Rosalia Capone
Rappresentante Regionale per la Sicilia
sicilia@assinrete.net

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.